Il ciclo mestruale delle donne è fortemente connesso alla Luna. Sappiamo che la Luna influisce direttamente sulla ciclicità femminile, così come sul nostro corpo, sulle nostre emozioni, sulla nostra creatività, sulla sessualità e anche sulla spiritualità. Oggi esistono molte metodologie di studio che cercano di spiegare questa associazione tra la Luna e il Ciclo Mestruale. Mentre sempre più donne si avvicinano a questa esplorazione, è essenziale farlo con un'apertura mentale e un occhio critico nei confronti di modelli preconfezionati. È importante ricordare che queste associazioni possono facilitare la nostra comprensione delle energie e degli archetipi femminili, ma non devono essere considerate modelli da seguire. Ogni donna è unica e vive la propria ciclicità in modo diverso.

È comune che ci sia un cambiamento nel funzionamento del metabolismo del corpo nei periodi di transizione tra le stagioni e in momenti particolari di transizione nella nostra vita. Per cui, se per caso ti è capitato di percepire un cambio nell'andamento del tuo ciclo mestruale o in altri processi del tuo metabolismo nei momenti di transizione oppure con l'arrivo di una nuova stagione, ricordati che questo può essere un processo del tutto naturale, poiché il corpo è vivo e ne risente appieno delle trasformazioni cicliche. 

La stessa cosa vale per quando affronti qualsiasi altra forma di cambiamento significativo nella tua vita, come ad esempio un cambio di casa, di lavoro, trasformazioni nelle relazioni o ancora nei momenti di transizione di fase della vita, come nel passaggio tra la fase fertile e la menopausa, o quando decidi ad esempio di smettere di utilizzare contraccettivi e il tuo corpo deve ancora ritrovare un nuovo equilibrio per il suo funzionamento.

Nell’ultimo articolo abbiamo parlato della pratica della vaporizzazione dell’utero e dei suoi benefici. Se non l'hai ancora letto, clicca qui. In questo nuovo articolo parleremo di quali piante possono essere utilizzate per svolgere questa pratica che può portare sollievo anche quando viene eseguita soltanto con il vapore dell’acqua.

La gola e l‘utero sono collegati da prima della nascita. Durante lo sviluppo embrionale, intorno al quindicesimo giorno, due rientranze emergono sull'embrione. Una di queste formerà la bocca, mentre l'altra darà origine ai tratti digestivi, urinari e riproduttivi. Questo legame persiste nel corpo, anche dopo lo sviluppo della colonna vertebrale, che funge da ponte tra queste due parti. 

La vaporizzazione dell'utero, yoni steam o vapori vaginali è una pratica ancestrale utilizzata in diverse culture e luoghi che consiste nell'esporre la vagina al vapore d'acqua calda, bollita con erbe medicinali. Questa tecnica agisce con i benefici fisiologici del calore, dell'umidità e soprattutto delle proprietà medicinali delle erbe portando benefici per tutto il tessuto pelvico, cervice, utero e vagina.  Se non hai ancora provato non sai che cosa ti stai perdendo!

 "La Ginecologia Naturale" è un concetto che racchiude un insieme di saggezze ancestrali e pratiche naturali per il benessere femminile. Questo termine si inserisce in un ampio movimento di riscoperta e affermazione della capacità delle donne di prendersi cura della propria salute in maniera autonoma e naturale quando possibile e necessario. 

La direzione Est, secondo le conoscenze della Ruota della Medicina dei nordamericani, apre il Portale dell'Illuminazione.  L'Est è la porta da cui possiamo ricevere la luce che illumina, che dà chiarezza e rivela la visione di dove siamo. Dall'Est riceviamo la luce dell'illuminazione mentale e spirituale e possiamo accedere più facilmente alla nostra visione interiore e allo stesso tempo alla consapevolezza di essere uno con tutti gli esseri viventi.

L'est è la direzione in cui possiamo ampliare la nostra visione e vedere le cose da una prospettiva più ampia e quindi comprendere la perfezione dell'intero quadro. La luce dell'est ci aiuta a illuminare e vedere la strada e ci incoraggia ad esplorare nuovi territori e direzioni. Ci dà lo slancio del fuoco, ci incoraggia a lanciarci in nuove avventure.

Kambô è il nome tradizionale della rana Phyllomedusa bicolor, così come della sua secrezione. Il Kambô è una rana magica della foresta Amazzonica, amica degli umani, non reagisce quando viene catturata perché non ha predatori, la sua secrezione è una forma di difesa, capace di uccidere altri animali, ma può essere utilizzata nel trattamento di malattie umane. 

Le proprietà benefiche del  Kambô sono conosciute e utilizzate tradizionalmente da differenti popoli indigeni dell'Amazzonia, tra cui  Kaxinawa, Amahuaca, Katukina, Kulina, Yawanawá, Matses, Marubo, Mayoruna e altri ancora. Non si tratta di una leggenda, il Kambô è ormai una medicina naturale studiata e conosciuta in diverse parti del mondo. 

Un modo speciale per celebrare la giornata internazionale delle donne può essere proprio prendersi un po’ di tempo per pensare su come sostenere le donne in differenti aspetti della loro vita nella nostra società. Questa è un'ottima domanda da farsi, non solo nella giornata delle donne, alla fine creare un mondo più inclusivo e collaborare per l'uguaglianza è responsabilità di tutti, ma intanto vediamo alcuni spunti su cui possiamo tutte lavorare.

Questo è un articolo di carattere puramente informativo, con l’intento di portare consapevolezza e stimolare il rispetto nel confronto delle medicine della natura e delle conoscenze ancestrali. 

Il rapè è una medicina dell'Amazzonia che è composta solitamente dalla miscele di differenti tipi di erbe e piante. E’ tradizionalmente utilizzato dai popoli indigeni dell'America del Sud da millenni. Nella sua preparazione, le piante vengono macinate e trasformate in una polvere fine e aromatica, che viene soffiata attraverso le narici utilizzando uno strumento chiamato Tepi o Kuripe. Il Tepi è uno strumento più lungo fatto per soffiare il rapè in un'altra persona e il Kuripe è un strumento fatto per l'auto applicazione.

La Luna influisce su tutto ciò che è vivo sul pianeta terra. Ha un particolare effetto su tutto ciò che è liquido, dalle maree alle nascite, dal ciclo mestruale al comportamento degli animali e delle piante. La sua influenza è diversa a seconda della fase in cui si trova nel suo ciclo e conoscere la sua ciclicità ci permette di percepire e approfittare al meglio della sua energia. Per conoscere le differenti fasi lunari e il tipo di energia che portano ti consiglio di leggere lo e-book sui Ritmi Lunari che trovi qui. In questo articolo invece parleremo del perché scrivere le intenzioni nella luna nuova.

 La menopausa non avviene da un momento all'altro, viene solitamente annunciata dal corpo con una crescente irregolarità del ciclo mestruale. Questo periodo di irregolarità potrà essere più facilmente percepito dalla donna che già ha consapevolezza di come si manifestano le sue mestruazioni e la sua ciclicità. In questo caso, sarà molto più semplice anche l' accettazione dei sintomi che possono presentarsi in questo momento della vita.

L'altro giorno parlavo con una donna felice. Era contenta perché dopo tanto tempo era la prima volta che ha avuto le mestruazioni senza dolore. Non riusciva neanche a celebrare, perché non ci credeva! La storia di questa donna mi ha ispirato a scrivere questo articolo sui dolori mestruali. Ci tengo a dire che non sono un medico, sono solo una donna. Per cui, questo articolo è soltanto educativo e non deve essere utilizzato come sostituto dei consigli, diagnosi o cure da parte di un medico esperto.

Siamo cicliche e quindi la consapevolezza di avere questa pluralità presente in noi è estremamente necessaria e importante, poiché ci permette di riconoscere e di imparare ad affrontare e utilizzare le nostre diverse sfumature, le diverse parti di noi che possiamo mettere in gioco durante il ciclo mestruale e durante i cicli della nostra vita di donne.

L'utero è molto più di un organo! E' estremamente ricettivo, assorbente e immagazzina dentro di sé, ricordi dei nostri antenati, del nostro lignaggio e anche delle nostre esperienze (positive o negative) di questa vita. Quando abbiamo consapevolezza di queste memorie possiamo guarirle, liberarle e trasformarle. Ci sono diverse tecniche e pratiche di connessione, pulizia e guarigione che possono aiutarci non solo a liberarci da ciò che ci appesantisce e blocca, ma anche a metterci in contatto con la nostra vera matrice.

Maria Maddalena per me è allo stesso tempo custode, fonte, portale, chiave, coppa, recipiente e abisso! Possiede mille volti e le informazioni su di lei rimangono ancora oggi coperte da una sorta di nuvole, che è la pesante nuvola della nostra società patriarcale, che ha scritto e racconta una storia creata principalmente da uomini, per uomini. Ed è per questo che sappiamo poco sulla vera storia di Maria Maddalena ed il motivo per il quale non sappiamo di tante altre cose.

Mabon è la festività della ruota dell'anno che con l’equinozio simboleggia il passaggio dall’estate all’autunno, dando il via alle energie calanti dell'anno. Segna il momento in cui le energie vitali nella natura cominciano a ritirarsi ed è un tempo di radicamento e di preparazione al futuro inverno.

La Sobada è una modalità di massaggio terapeutico che fa parte della tradizione mesoamericana (regione storica e culturale che si estende dal Messico centrale attraverso Belize, Guatemala, El Salvador, Honduras, Nicaragua e Costa Rica settentrionale). 

La parola sobada deriva dal verbo spagnolo sobar, che significa impastare, manipolare, maneggiare e palpare. La pratica promuove una manipolazione specifica degli organi, nutrendoli di calore ed energia, aiutando il corpo a ripristinare il posizionamento e allineamento delle sue parti, con il fine di ritrovare il proprio equilibrio fisico ed energetico.

La ciclicità come sai è uno dei temi centrali del femminile. E' presente in tutto nella natura, nel macro e nel micro cosmo ed è presente all'interno dei nostri cicli interiori, ad esempio nei cicli organici del corpo umano e in particolare modo nel corpo femminile.

La percezione della fertilità (Fertility Awareness) si dà con l'utilizzo di alcune pratiche semplici che consentono alle donne di conoscersi appieno attraverso l'osservazione e l'interpretazione dei cambiamenti che accadono nel corpo durante il ciclo ovarico. E’ una pratica molto utile per tutte le donne proprio perché ci permette di entrare in contatto profondo con il nostro potere creativo che è completamente connesso al nostro utero, la nostra matrice.

Con il Solstizio d’estate si chiude la prima metà del ciclo della Ruota dell’Anno. Questo momento era celebrato dai celti con il nome di Litha. Generalmente, il Solsitzio accade intorno al 21 giugno, quando il Sole raggiunge l'apice del suo percorso e abbiamo il giorno più lungo dell'anno. Da questo punto il Sole inizia la sua fase di declino, le ore di luce iniziano lentamente a diminuire fino all'arrivo del Solstizio invernale. In Litha celebriamo l'abbondanza, la luce, la pienezza, la gioia, il calore e la luminosità della vita forniti dal Sole che trasmuta, con la sua luce e calore, le forze distruttive. Litha é anche il nome della dea sassone del grano, una delle tante dee della terra e della fertilità che vengono celebrate in questo periodo, come Demetra e Cerere. 

Cerca nel sito